Prenota Ora

Monte Pisano E Dintorni In Bicicletta

||Monte Pisano e dintorni in bicicletta

Il Monte Pisano è assai frequentato dai cultori della bici sportiva, che sia da corsa sulle ripide carrozzabili che convergono al Monte Serra, o che sia la mountain-bike (MTB) su per le numerose strade bianche e forestali e campestri che si arrampicano e si intrecciano un po’ ovunque.

Rimanendo all’interno del territorio del Comune di Capannori, il “grimpeur” può affrontare i tornanti che menano a Ruota, ma trova pane per i suoi denti soprattutto sulla Strada del Serra, a partire da Pieve di Compito, che in 7 Km porta da quota 100 agli oltre 700 di Bisantola, donde proseguire verso il Monte Serra e infine scendere a Prato Ceragiola, a Buti, a Calci.

Per quanto concerne la MTB, non è detto che non si possa praticare anche in pianura, se il terreno è malagevole. Non esistono infatti vere piste ciclabili tranne che lungo l’Acquedotto del Nottolini, che per circa 2 Km corre in territorio comunale. Ma da esso, nei pressi di Verciano, è possibile portarsi su fondo naturale, lungo il Canale Rogio, verso Colognora, proseguire oltre e nei pressi di Porto (era un antico scalo sul Lago di Bientina) immettersi sulle strade bianche, piene di buche, che su lievi argini corrono in quella fascia di Padule compresa tra il Rogio stesso e i primi rilievi del Compitese. La segnaletica qui non è continua, bensì limitata a frecce di avvio e di orientamento, con significato di suggerimenti per chi poi voglia sbrigarsela da solo.

Il discorso cambia se si passa al monte, a motivo del diverso terreno e del fatto che qui sono stati predisposti percorsi precisi e ufficiali, numerati, segnalati in continuità. Percorsi studiati nella loro interezza per il pedone, anche se dei tratti talora lunghi possono essere pedalabili. Questi tratti sono stati segnalati col simbolo della bici applicato sulle relative frecce direzionali della segnaletica verticale. Ma le possibilità sono le più varie e travalicano ampiamente i suddetti percorsi numerati.

Quali percorsi classici, dotati di segnale iniziale di avvio, suggeriamo alcune carrarecce. Da Ruota a Prato di Calci, la più bella. Da S. Leonardo in Treponzio a S. Andrea. Da S. Andrea o dalla Fonte S. Pietro o da Massa Macinaia e S. Giusto a Prato a Sigliori e alla strada per Santallago. Da Vorno a Santallago e a Campo di Croce (donde si diramano le discese su S. Maria del Giudice, S. Giuliano Terme, Asciano Pisano, Agnano, Calci). Al valico di Campo di Croce si può anche salire da S. Lorenzo a Vaccoli (in comune di Lucca) per la strada di M. Vignale e le Corna.

Testo tratto da “Capannori, Monte Pisano e padule, Carta escursionistica edita dal Comune di Capannori”

2017-06-08T11:26:32+00:00